Magna Graecia Film Festival: ecco il programma della 5° giornata

MAGNA_GRAECIA_FF_Porto_Catanzaro
MAGNA_GRAECIA_FF_Porto_Catanzaro

Quinta giornata, oggi, mercoledì 4 agosto 2021, della 18esima edizione del Magna GraeciaFilm Festival che si tiene – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti – fino all’8agosto a Catanzaro, ideato e diretto da Gianvito Casadonte.

Nove giorni di proiezioni e incontri che abbracciano idealmente tutta la città, dal mare fino al centro storico del Capoluogo calabrese.

Oggi, alle ore 18:00, presso il Chiostro del Complesso San Giovanni a Catanzaro, la masterclass di una autentica icona del cinema, l’attore statunitense John Savage. Protagonista di capolavori della Storia del Cinema come ‘Il Cacciatore‘ di Michael Cimino, ‘Salvador‘ di Oliver Stone, ma anche Hair, nella parte di Claude Bukowski, La sottile linea rossa di Terrence Malick e Admissions di Melissa Painter. Ha quindi recitato in Dark Angel, dove interpreta l’antagonista di Jessica Alba per tutta la prima stagione, in Star Trek Voyager, dove è stato il capitano Ransom e in Law & Order: Criminal Intent e Law & Order – Unità vittime speciali.

La serata prevede quindi un evento eccezionale. Presso l’Arena a Catanzaro Lido, infatti, alle ore 21:00 si tiene un evento speciale con il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, che sarà protagonista di un incontro pubblico – moderato dal giornalista Antonio Capellupo – sul palco dell’Arena nel quartiere Lido di Catanzaro, per presentare il documentario ‘Se dicessimo la verità’ di Giulia Minoli ed Emanuela Giordano, prodotto da JMovie con Rai Cinema in associazione con Lux Vide.

Un incontro che illumina il palco del festival, un abbraccio alla città e all’Italia intera per un vero e proprio eroe della legalità. “Un documentario preciso e importante – sottolinea il direttore artistico del festival, Gianvito Casadonte – che parla alle giovani generazioni per riflettere con loro sul valore della cultura dell’Antimafia, sempre più necessario e sempre più attuale”.

Il documentario di 60 minuti è un viaggio nella legalità, tra le voci di chi ha il coraggio di denunciare la ‘ndrangheta: i magistrati che indagano, gli insegnanti che si impegnano in prima persona, i giornalisti che nonostante le minacce non si tirano indietro, i parenti delle vittime che non gettano la spugna, gli imprenditori che denunciano, le associazioni e le imprese che si uniscono e propongono nuove forme di imprenditoria. Un racconto per conoscere gli imprenditori che denunciano, i magistrati che indagano, gli insegnanti e i formatori che si impegnano in prima persona, i giornalisti che, nonostante le minacce non si tirano indietro, i parenti delle vittime di ‘ndrangheta che non gettano la spugna, le associazioni e le imprese che si uniscono e propongono nuove forme di imprenditoria.

Durante la serata sarà anche proiettato il trailer de ‘L’ombra di Caravaggio‘, nuovo film di Michele Placido che sarà presentato da Federica Luna Vincenti. Ma anche la proiezione del film ‘Il mio corpo vi seppellirà’ di Giovanni La Parola, che sarà introdotto dal regista stesso e dagli attori protagonisti Margareth Madè e Rita Abela.

Per la sezione dedicata ai giovani autori emergenti del panorama mondiale, curata dalla giornalista Silvia Bizio, che proporrà, presso il Supercinema di Catanzaro, alle ore 21:30 la proiezione del lungometraggio palestinese ‘200 metri’ di Ameen Nyafeh, che racconta di due coniugi separati dal muro. Una quotidianità rotta dalla notizia di un incidente occorso al figlio dei due e raggiungerlo sarà difficile. I duecento metri che separano i due si trasformano in un’odissea.

Alle ore 21:00, presso il Chiostro del Complesso San Giovanni, nell’ambito della sezione Sguardi di Calabria, la proiezione del film ‘Il Paese interiore’ di Luca Calvetta, con la voce narrante di Ascanio Celestini. A presentare il film, il regista stesso e l’antropologo Vito Teti, alla cui opera il film si ispira. Spiegare o più semplicemente raccontare la Calabria è un’impresa titanica, difficile per lo storico, come per l’antropologo o il cittadino che la vive, l’ha vissuta e prova a ricordare.

Per questo motivo il rapporto intimo con questa terra amata, bistrattata, poi elogiata e ancora odiata diventa l’unica verità possibile. Il film ci porta nella dimensione più intima di questo “luogo/non luogo”, visto attraverso la penna e gli studi di un suo figlio illustre, Vito Teti. La seconda nuova finestra dedicata agli esordi nel documentario e al cinema del reale si tiene sempre presso il Chiostro del Complesso San Giovanni, curata dal giornalista Antonio Capellupo, domani presenterà, a partire dalle ore 22:00, il film ‘The Rossellinis‘, di Alessandro Rossellini e Lorenzo D’Amico De Carvalho, che sarà presentato dagli stessi registi. All’età di 55 anni Alessandro, nipote di Roberto, decide di incontrare tutti i componenti della famiglia per comprendere se anche loro siano affetti da una malattia che lui definisce come ‘rossellinite’.

È cioè convinto che l’ingombrante figura del nonno, sia sul piano professionale sia su quello privato, abbia finito con il condizionare l’esistenza dei suoi consanguinei nonché di coloro che con essi hanno avuto legami affettivi, a partire da sua madre, la ballerina afroamericana Katharine Brown.

I film in concorso saranno giudicati da tre, autorevoli Giurie. La giuria delle opere prime e seconde nazionali sarà composta da Pappi Corsicato (presidente), Marco Bocci, Ivan Carlei, Francesco Ghiaccio, Claudio Noce e Teresa Saponangelo; la giuria della sezione internazionale da John Savage (presidente), Gianluca Guzzo e Caterina Shulha; la giuria dei documentari da Gloria Giorgianni (presidente), Luca Martera e Roberto Orazi.

Il Magna Graecia Film Festival aderisce anche alla rete dei festival sostenibili e plastic free – per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della tutela dell’ambiente, dei borghi e delle spiagge – sposando la campagna promossa da Agis e Italiafestival.


Modalità di ingresso
Per accedere agli eventi serali, occorrerà prenotarsi gratuitamente sulla piattaforma liveticket.it. Per le masterclass sarà necessario inviare una e-mail con i propri dati a prenotazioneventi@mgff.it. Chi non seguirà la procedura, potrà accedere agli eventi solo in caso di posti rimasti disponibili. Il pubblico dovrà esibire il green pass o il referto di un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle ultime 48 ore.

Le misure anti-covid sono predisposte nel rispetto delle disposizioni nazionali vigenti e potranno subire delle modifiche durante il Festival.