Settembre al Parco: “Magnifico incontro” con Eugenio Finardi

Eugenio Finardi si è esibito al Parco della Biodiversità di Catanzaro con la tappa del tour “Finardimente”. Si è trattato di uno degli eventi musicali di punta del cartellone di “Settembre al Parco”.

Il cantante e autore di “Musica Ribelle” è stato il protagonista di una “Magnifica intervista” a cura di Luigi Mussari.

“Sempre più spesso quando le persone mi aspettano per un saluto a fine concerto, mi ringraziano per ciò che ho rappresentato nelle loro vite”, ha spiegato ai microfoni di CalabriaMagnifica.it: “Da ragazzo questa cosa mi inorgogliva, adesso invece sento principalmente gratitudine e rispondo che sono io a ringraziare loro perché è attraverso la loro percezione che sono diventato la persona che sono”.

FINARDIMENTE: una parola composta che è insieme un avverbio, un nome, un verbo. Tre modi per rispondere al dubbio su cosa sia la Verità nell’Arte. Questo è il nuovo show tra musica e parole di Eugenio Finardi dove il cantautore cerca di svelare la sua verità dietro ogni forma di rappresentazione artistica con un racconto sincero e sfacciato delle emozioni di intere generazioni e ovviamente la sua musica!

Due le esperienze recenti di Finardi che hanno costituito la scintilla creativa dell’inedito spettacolo “Finardimente”: da una parte il suo “ripercorrere i luoghi della memoria” in senso proustiano, attraverso il fortunato progetto “40 anni di Musica Ribelle”, che ha permesso al cantautore di riaprire un archivio musicale e umano riscoprendo il “sé” ragazzo, prima della grande popolarità. La stessa persona di oggi, certo, eppure al contempo qualcuno che non esiste più.

Dall’altra parte, la recente realizzazione di un musical ispirato alla sua musica e vita, che gli ha permesso di osservare una rappresentazione “esterna” di sé. Il Finardi percepito dagli altri, un Finardi vero sicuramente, eppure inesistente se non nella mente di chi si è costruito un’idea di lui.