29 novembre: Fridays for Future VS Black Friday

FridaysforFuture VS BlackFriday
FridaysforFuture VS BlackFriday

Fridays for Future vs Black Friday: torna in tutto il mondo lo sciopero globale del clima organizzato dal movimento di Greta Thunberg.

Quello di oggi, venerdì 29 novembre, è il quarto sciopero mondiale, dopo quelli del 15 marzo, del 24 maggio e della settimana dal 20 al 27 settembre.

Giovani e studenti di nuovo in piazza per la manifestazione globale indetta da Fridays for Future.

Una protesta che cade nel giorno del Black Friday.

In netta contrapposizione dunque con quello che il Black Friday rappresenta: la massima espressione della globalizzazione e del consumismo.

Fridays for Future, va avanti così “in direzione ostinata e contraria”. Per utilizzare un’espressione che ci riporta al “poeta” cantautore Fabrizio De André.

Ma qui la poesia e la musica poco hanno a che fare con questo mondo sempre più scosso da catastrofi naturali e da errori umani che ne hanno segnato inevitabilmente il decorso del defluire delle cose.

Fridays for Future VS Black Friday

Fridays for Future si presenta così in questo scenario. Dirompendo le righe. Fuoriuscendo dagli schemi.

Un movimento fatto di giovani. Un movimento fatto di studenti, che prende parola. Contro l’indifferenza che spesso viene accostata loro. “Loro”, a cui solitamente non viene dato poi così tanto ascolto, poi così tanta considerazione.

Un movimento dunque che più che guardare al futuro, rappresenta il futuro stesso. E le proteste dilagano nella giornata di oggi in tutta Italia e in tutto il mondo, testimoniate anche attraverso i social con l’hashtag #fridaysforfuture.

Black Friday. Awin Italia (network leader nell’affiliate marketing) su Twitter ha tracciato l’andamento degli acquisti fino alla mattinata di oggi:

“Ieri abbiamo tracciato 900.000 transazioni e oggi si viaggia su una media di 30 transazioni al secondo! Il picco di vendite è previsto nel pomeriggio, intanto Awin si prepara a tracciare più di 2 milioni di vendite durante questo #BlackFriday

Al di là dei numeri il Black Friday rappresenta un’occasione importante per molte persone per risparmiare.

Soprattutto per quelle persone che hanno difficoltà di arrivare a fine mese e che ne approfittano della giornata, per fare spese, anche importanti per sé e per la propria famiglia.

Dunque, una giornata quella di oggi che divide. Da una parte c’è chi si preoccupa di spendere ad un buon costo pensando magari già ai regali di Natale.

Dall’altra c’è chi invece pensa alla ecosostenibilità e alla tutela dell’ambiente e del Pianeta.

Non che il Black Friday rappresenti il male e il Friday for Future il bene assoluto. Ma c’è chi la pensa così.

Riflessioni

Certo questa giornata che mette a confronto e contemporaneamente questi due opposti movimenti non può che farci riflettere, non può che dividere.

Voi da che parte state? Chi vincerà tra i due movimenti? O chi ha già vinto?

Non ho i numeri alla mano per rispondere a queste domande, ma questo articolo nasce proprio con l’intento di generare il bisogno di porsi delle domande.

Lascio a voi dunque i commenti e le opinioni a riguardo.

Io non ho fatto altro che mettervi in mano una lente di ingrandimento. Senza farvi schierare né da una parte né dall’altra.

Sta a voi capire da quale punto di vista bisogna guardare la realtà.

O meglio sta a voi decidere quale realtà vorreste vedere attraverso la vostra lente.

Se quello che state guardando non vi piace, allora forse è arrivato il momento di cambiare.

Il futuro è tutto da scrivere…