Coronavirus: servirà l’ordinanza da parte del presidente della regione a responsabilizzare i calabresi?

Coronavirus Italia
Coronavirus Italia

Quest’oggi, il presidente della regione Calabria, Jole Santelli, ha emesso un’ordinanza rivolta a coloro i quali, nelle ultime ore, hanno abbandonato le “zone rosse” del Coronavirus prima che avesse effetto il nuovo decreto firmato dal presidente del consiglio. Quest’ultimo (clicca qui per approfondire), di fatto, bloccherà gli accessi e le uscite dalla Lombardia e dalle 14 province focolai del virus di origine asiatica. 

Il Contenuto dell’ordinanza 

Per evitare di commettere errori d’interpretazione, riportiamo integralmente il contenuto dell’ordinanza regionale, pubblicata sul sito ufficiale della regione e firmata dalla Santelli.

Clicca qui per leggere l’Ordinanza del presidente della regione n.3 08/03/2020

Un invito alla popolazione a responsabilizzarsi

In un periodo di crisi, come quello che stiamo vivendo, è necessario che tutta la popolazione si renda protagonista di un atto di grande responsabilità. Ciò perché, in una regione come la Calabria che, a livello sanitario, non gode delle stesse possibilità delle regioni settentrionali, è necessario contenere quanto più possibile il contagio. Per di più perchè, alla luce dei fatti, appare inevitabile che, tra coloro che sono ritornati nella nostra regione, non vi siano delle persone affette da Covid-19. 

Inutile dare “la croce addosso” a coloro che hanno deciso di rientrare

Nelle ultime ore, purtroppo, tante persone, sui social, hanno dato “la croce addosso” a coloro i quali hanno deciso di rientrare a casa. Questa mancanza di sensibilità, inusuale per una popolazione accogliente come quella calabrese, è mossa, sicuramente, dalla paura. In questo momento, però, discriminare il prossimo non serve a nulla. L’obiettivo, adesso, deve essere coalizzarsi e sconfiggere questo virus perché, solo rispettando le regole e rimanendo uniti, vincere è possibile.