Gimigliano: spazzacamino resta sospeso con il volo della Befana

Gimigliano, piccolo borgo in provincia di Catanzaro, ieri sera è stato letteralmente preso d’assalto da una marea di gente,  per assistere alla scesa della Befana dal campanile della Chiesa Madre su una terrazza di un’ abitazione di Corso America.

La serata è stata molto fredda e la temperatura era di zero gradi.  Ma ciò nonostante si è trattato di un successo al di là di ogni previsione. Almeno un migliaio le persone presenti, secondo gli organizzatori per questa iniziativa, nata da un’idea di un privato cittadino Antonio Paonessa di professione spazzacamino.

Il pubblico ha potuto assistere con emozione allo spettacolo e tutto l’intero percorso è stato seguito grazie anche a un occhio di bue che seguiva il percorso della Befana.

Come tutte le donne si è fatta attendere un po’, mentre decine e decine di bambini che la chiamavano e la reclamavano.

La Befana ha iniziato la sua calata a cavallo della fedele scopa, illuminata da un faro che ha reso il tutto ancora più suggestivo e magico. Un volo di ben 110 metri, tanto è stato lungo il percorso, che la vecchina, impersonata dal  bravo spazzacamino Antonio Paonessa ha portato a termine con qualche difficoltà.

Purtroppo la carrucola si è bloccata dopo pochi minuti dalla partenza. Lo spazzacamino è rimasto sospeso nel vuoto per diversi minuti durante il volo della Befana. Tanta paura, attimi di suspance, ma il bravo Totò riesce a riprendere il controllo della situazione e a portare a termine ugualmente l’impresa con successo.

Sorprende il fatto che una manifestazione di questa portata sia stata organizzata non dal comune, ma da un privato.