Pentone si prepara a vivere la Festa della Madonna di Termine (VIDEO)

Festa, gioia, emozioni e tradizioni. E’ così che il mese di settembre si delinea nella sua bella luce a Pentone, il piccolo Paese della Pre-Sila Catanzarese. Qui, settembre infatti, si riveste di nuovi colori, profumi e sapori che introducono ai mesi autunnali.

Ma autunno significa anche ospitare i tanti pellegrini che giungono fedeli e numerosi, da varie parti del circondario e da fuori regione, per l’evento sacro che ha luogo come di consueto la seconda domenica di settembre: la Festa della Madonna delle Grazie, alla quale è dedicato il “Santuario di Termine”. 

L’itinerario mariano che ci terrà compagnia per tutta la settimana, quest’anno da domenica 2 alla successiva domenica 9 settembre, si snoderà nel corso della settimana come i grani di un santo rosario nei suoi vari misteri fra le celebrazioni serali delle sante messe e il suo consueto percorso religioso.

Come da tradizione, la festa avrà inizio con la santa messa solenne (detta dello “svelamento”) che avrà luogo nella chiesa parrocchiale di “san Nicola di Bari”. Nel corso della settimana, tutte le sere, alle ore 18.30 sarà celebrata la Santa Messa con predicatori provenienti dalle parrocchie vicine. Oltre alle Sante Messe, ci accompagneranno tanti altri momenti formativi come il Ritiro Spirituale itinerante del lunedì sui colli, la conclusione dei “sette martedì di Termine” con la santa messa nel “Santuario di Termine” celebrata dal parroco don Gaetano Rocca, particolarmente sentita dalla Comunità quest’anno per la coincidenza con il trigesimo del padre.

Il mercoledì è dedicato alla “Giornata Eucaristica, Vocazionale e Penitenziale” nella chiesa parrocchiale, con l’Esposizione del Santissimo Sacramento e preghiera per le vocazioni. Durante la giornata diversi sacerdoti attenderanno alle confessioni.

Il giovedì vi sarà la visita agli ammalati portando loro il conforto del sacramento dell’Eucaristia.

La “Giornata del fanciullo” sarà celebrata il venerdì con un momento di gioia e riflessione nell’Omaggio Floreale, durante il quale i bambini porteranno le loro offerte da devolvere al Lebbrosario di Kolowarè, nel Togo. In serata un’opera teatrale con tematiche profonde anche per gli adulti ci aiuterà a riflettere sul valore della fraternità. Sabato vi sarà la conclusione della settimana di preghiera con la santa messa, nel pomeriggio, che ci preparerà al giorno della Festa.

La domenica ci sarà la consueta e suggestiva “processione sui colli”. La Vergine verrà portata in spalla dai tanti fedeli sui colli che da secoli accompagnano i passi di questa devozione… Passi fedeli e costanti, voci riunite in preghiera in un solo cuore volto al cielo, verso la speranza… Così la Madonna verrà accompagnata fino al Santuario di Termine. Nel pomeriggio il sentiero sacro della fede toccherà la Comunità di Sant’Elia e la frazione di Visconte. Da qui rientrerà, su un carro trionfale, adornato da bellissime composizioni floreali a cura dei volontari del Paese che faranno da omaggio e scenario alla ricostruzione dell’incontro fra la piccola contadinella Maria Madia e la ss.Vergine delle Grazie, incontro attorno al quale ruota la storia del Santuario e scenario di diverse grazie nel tempo, nella Comunità di Pentone. Qui, si avrà modo di partecipare al momento suggestivo della “cunfrunta” con il patrono della Comunità, san Nicola.

Il programma religioso si intreccerà a quello civile per così definire una ricca ed armoniosa settimana di festa e condivisione. Festa, gioia, emozioni, tradizioni, percorsi di fede e devozione… Sentiero di perle preziose da offrire a Maria. Intrecci di storia, religione e cultura per la Parrocchia che curata e seguita dal parroco don Gaetano Rocca nonché rettore del Santuario di Termine ospita anche nel corso dell’anno i diversi momenti di formazione, di celebrazioni per i tanti pellegrini che giungono per far visita in questo luogo di preghiera e luce, piccola perla della Pre-Sila Catanzarese, volto di cielo immerso nella spiritualità del cammino