La Naca di Gagliano: passione, crocifissione e morte di Cristo (con video HD)

Gagliano anche per quest’anno presenta dei riti della Santa Pasqua davvero suggestivi, tra i vicoli di di uno dei borgo più storici della città capoluogo di regione.

Calabria Magnifica tra le tante iniziative, ha ritenuto opportuno seguire la Naca di Gagliano, perchè ritiene sia una delle più rappresentative della Passione di Cristo.

Quest’anno è toccato alla Pia Congregazione Reale della Madonna del Carmine, curare il tanto atteso appuntamento.

In realtà a Gagliano, i riti Pasquali sono iniziati domenica scorsa con la benedizione delle palme. Poi giovedì sera, è stata celebrata la Santa Messa in Coena Domini, con la tradizionale benedizione del pane e con la lavanda dei piedi dei dodici apostoli. Il gesto riassume tutta la vita di Gesù, il quale non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti.

Venerdì Santo invece, lo storico quartiere di Gagliano ha vissuto, la tanto attesa Passione di Cristo che coinvolge tutta la popolazione.

Oltre cento figuranti hanno dato vita ad una rappresentazione della passione, crocifissione e morte di Cristo. Sono state riproposte tutte le tappe della vita di Gesù.

Il tutto ha avuto inizio poco prima all’imbrunire con la cattura di Gesù, mentre al calare della sera si è animata la processione per le caratteristiche viuzze dell’antico quartiere.

E’ stato riproposto il giudizio di Pilato fino all’entrata in scena del cireneo.

Il culmine è stato rappresentato dalla crocifissione di Gesù e dei due ladroni. Mentre oggi, giorno di grande festa per la Domenica di Pasqua,  sarà riproposta “a Cunfrunta”, ovvero, l’incontro tra la Beata Vergine ed il Cristo Risorto.