Alberto Bertoli in concerto a Pentone

Il cantante sassolese Alberto Bertoli è stato protagonista di una bellissima serata all’insegna della buona musica a Pentone, in provincia di Catanzaro .

Il cantautore Pierangelo Bertoli, è stato proiettato nel futuro con i nuovi arrangiamenti in chiave più moderna del figlio Alberto. “Nei miei concerti, oltre ai miei brani faccio il repertorio Bertoli, è un’eredità che fa parte del mio lavoro”, spiega Alberto davanti alle telecamere di CalabriaMagnifica.it.

Ecco allora sul palco del Piazzale della Musica di Pentone  l’esecuzione di alcuni brani del celebre cantautore emiliano:  brani intramontabili come “Spunta la luna dal monte”, “A muso duro”, “Eppure Soffia”, “Cent’anni di meno”, “Per dirti t’amo”, “Varsavia”, “Rosso colore”, “Italia d’oro”,  “Pescatore” e tante altre ancora in una chiave più rock e moderna. Il tutto con l’accompagnamento della cover band dei nomadi “I Giullari”.

CalabriaMagnifica.it si complimenta con Alberto Bertoli per la serata, per questa sua carriera e per la sua musica di ottima fattura. Siamo certi che il padre sarebbe fiero di lui, così come lo sono i fan….

 

 

Alberto Bertoli: cenni biografici

Nato a Sassuolo il 24-09-1980. Aiutato dal padre, il famoso cantautore emiliano Pierangelo Bertoli, all’età di dieci anni inizia a dedicarsi allo studio della chitarra classica, come allievo di Alete Corbelli, ex turnista di Caterina Caselli.

In questi anni incomincia anche a scrivere le prime canzoni.

Nella primavera del 2002 collabora alla scrittura di alcune canzoni del nuovo album del padre che purtroppo si ammala e, pur avendo già scritto tutti i brani, e muore lasciando il progetto incompiuto. A maggio 2003, non ancora superato il momento molto difficile, partecipa come ospite d’onore al “Festival del cabaret emergente” facendo le veci del padre e lo ricorda cantando “A muso duro”. La cosa è ripresa e trasmessa da varie emittenti regionali.

Da settembre dello stesso anno lavora come autore per alcuni progetti tra cui il nuovo disco dei Sempre noi “Fuori sintonia”, che prende il titolo da una canzone scritta dal padre e in cui è contenuto “E intanto”, brano depositato da Alberto.

Ad agosto 2004 incide ”Le cose cambiano”, pezzo inedito scritto interamente da Luciano Ligabue per il padre, che lo stesso Pierangelo, aveva sentito e ritenuto bellissimo.

A settembre del 2004 presenta al raduno del fans club di Luciano Ligabue il brano “Le cose cambiano”, ottomila persone lo accolgono con molto calore, un piccolo successo.

Nel novembre 2009, con la supervisione artistica di Massimo Luca, esce riarrangiato il singolo “Le cose cambiano”. Il CD contiene anche una versione di “A muso duro”. Il singolo precede l’uscita a giugno 2010 dell’EP “Il tempo degli eroi”.

Nel luglio 2010 Alberto apre due date di Luciano Ligabue per la tournée “Stadi”, nelle date di Firenze e di Bologna.

Nello stesso anno nasce il sodalizio con Ferdinando Bruno manager di “Italia Eventi” grazie al quale le successive tournée sono ampliate con numerose date.

Nel 2011 incomincia per Alberto una tournée molto lunga che lo porta in tutte le piazze di Italia, Sicilia e Sardegna incluse, e dove il pubblico aumenta ad ogni serata.

Nel 2012 esce “Safà”, singolo di beneficenza per l’associazione “Africa nel cuore”, che si occupa della raccolta fondi da destinare a Rumuruti (Kenya) e ai villaggi del suo distretto con lo scopo di realizzare opere necessarie alla popolazione.

A settembre partecipa a “Italia Loves Emilia” il più grande concerto per beneficenza mai organizzato in Italia proprio per il terremoto di maggio in Emilia, dove affianca per l’occasione i più grandi artisti Italiani cantando assieme a loro la canzone scelta da Claudio Baglioni per il grande finale: “A muso duro” scritta e interpretata dal padre molti anni prima.

Assieme a Riccardo Benini organizza il più grande concerto tributo al padre mai tenutosi “Canterò le mie canzoni per la strada”, che si tiene il 29 settembre a Modena e al quale partecipano numerosi artisti quali. La serata, oltre ad essere un successo per il numero di presenze, ha una eco molto grande attraverso le televisioni e le radio Nazionali.

Il 7 ottobre partecipa e organizza assieme a Marco Dieci il concerto memorial per il padre “A dieci anni da te”.

Nel 2013 lavora in studio con Massimo Vecchi e i Manoloca al suo cd con produzione targata Nomadi. E’ ospite al Nomadi Incontro di Novellara dove presenta il brano “E così sei con me” dedicato al padre e scritto assieme a Massimo Vecchi.

Assieme a Riccardo Benini e Marco Dieci crea il primo premio ufficiale Pierangelo Bertoli del quale è direttore artistico assieme a Benini.

Il 28 gennaio 2014 esce “Bertoli” il primo cd completo dell’artista che presenta 10 brani autografi e una ricercata cover del padre: “Delta”.

Nel 2014 è uscito “Tracce Clandestine” dei Modena City Ramblers che contiene “Prega Crest” un duetto con Alberto di una canzone dialettale scritta dal padre. E poi  è uscito anche  il tuo primo libro autobiografico “Come un Uomo”.