Pino Daniele: il ricordo di James Senese a un anno dalla sua scomparsa

Ad un anno dall’improvvisa scomparsa, avvenuta la sera del 4 gennaio del 2015, la presenza di Pino Daniele è più viva che mai. Saranno richiamati a raccolta voci e chitarre dei fan, dalla ‘sua’ piazza del Plebiscito alla strada del centro storico che gli è stata intitolata. Anche Jovanotti ha voluto ricordarlo, pubblicando su Jova.tv il concerto tributo di Napoli, organizzato lo scorso luglio con Eros Ramazzotti e James Senese.

 

La mattina del 5 gennaio 2015, nel giro di pochi minuti tutti sanno che Pino Daniele è morto. Non solo a Napoli, ma nel mondo. La voce corre in fretta, grazie anche ai suoi amici che attraverso i social network, esprimono il proprio dolore: Eros Ramazzotti, Raf, Jovanotti, Renato Zero, Antonello Venditti, sono i primi a darne notizia..

I primi flash mob annunciati dalla rete richiameranno a raccolta, già da oggi, voci e chitarre dei fan, dalla ‘sua’ piazza del Plebiscito alla strada del centro storico che gli è stata intitolata. E ancora: mostre fotografiche, visite guidate, eventi musicali, tributi ed iniziative editoriali, dirette sul web, in attesa dell’apertura entro marzo di una sezione permanente del Museo della Pace a lui dedicata.

Le ceneri del musicista riposano in Toscana, ma Napoli non ha mai smesso di ricordalo, infatti alla memoria del musicista e a quella di  Luca De Filippo, è stato infatti dedicato il concertone di san Silvestro e quello dell’Orchestra Scarlatti. E poi ancora: le sue canzoni risuoneranno nella giornata odierna in tutte le stazioni della metro di Napoli. Per tutto il giorno i successi di Pino Daniele saranno ascoltati oltre che nelle stazioni della metro anche in quella delle funicolari.