Movida fuori controllo a Catanzaro, Vito Bordino (nCDU): «Politica faccia la sua parte»

vito bordino
vito bordino

“Ha un evidente senso di preoccupazione e di sgomento la forte denuncia delle segreterie prov.li SIULP e FSP – sindacati di polizia con riferimento alla festa fuori da ogni regola svoltasi in un quartiere sud di Catanzaro. Anche per come questa festa è stata diffusa in rete lascia, per tanti motivi, l’amaro in bocca”. È quanto dichiara Vito Bordino – Segr. Prov. nCDU di Catanzaro.

“Oltretutto – prosegue Bordino – non ci sarebbe nulla da obiettare se si fosse trattato di una normale festa nel rispetto delle regole. Ma così evidentemente non è stato. Da qui la denuncia dei sindacati di polizia che richiamano l’attenzione della Politica e delle Istituzioni su evidenti fenomeni criminali e sulla necessità che si ponga rimedio definitivamente per salvaguardare il tessuto buono della Città. Non possiamo quindi che concordare con le segreterie prov.li di polizia sulla necessità che si istituisca una sede autonoma o distaccata del Reparto mobile della Polizia di Stato oppure un reparto mobile di prevenzione criminalità per implementare il controllo del territorio”.

“La Politica, però, – conclude Vito Bordino – deve fare la sua parte perché ciò avvenga. Il Sindaco, i Parlamentari tutti facciano la loro parte. Auspicabile altresì che il Prefetto di Catanzaro con la sua autorevole voce intervenga col Ministero dell’Interno. Tutti segnali forti e concreti che facciano sentire le forze di polizia suffragati dalla vicinanza delle Istituzioni. Perché  è indiscutibile che supporto serio e concreto va dato, senza se e senza ma, alle forze dell’ordine, quotidianamente impegnate a tutela della sicurezza di tutti ed a cui va sempre la nostra assoluta riconoscenza. Non servono più le parole e le dichiarazioni rituali e di prassi che lasciano sempre più il tempo che trovano.” Vito Bordino – Segr. Prov. nCDU di Catanzaro.