Riccio: “Chi ha fatto sparire i giochini da Villa Margherita?”

Catanzaro
Villa Margherita Catanzaro

Pubblichiamo nota stampa del consigliere comunale di Catanzaro, Eugenio Riccio:

A quest’ora, beato lui, Babbo Natale sarà già arrivato ai Tropici per godersi i suoi meritati 365 giorni di riposo dopo le fatiche degli ultimi giorni. MA siccome noi siamo certi del fatto che se c’è uno che non tradisce le aspettative dei bambini è proprio Babbo Natale, dobbiamo pensare che la letterina con la quale i ragazzini di Catanzaro chiedevano il ripristino dei giochi in villa Margherita, non sia arrivata mai a destinazione. O forse, gli adulti a cui era stato affidato il compito di spedirla, l’avranno lasciata su qualche scrivania del Comune di Catanzaro sotterrata da mille altre scartoffie. Perchè se no non si spiega. Se Babbo Natale avesse ricevuto la letterina infatti di certo avrebbe fatto in modo di esaudire i desideri dei più piccoli facendogli trovare, in questi giorni di festa, per fortuna graziati dal bel tempo, i giochini di villa Trieste al proprio posto. Ma tutti gli indizi fanno propendere per la tesi che Babbo Natale la letterina non l’abbia mai ricevuta. A meno che, ipotesi B) che possiamo prendere in considerazione, lui fosse così indaffarato da non aver fatto in tempo e abbia lasciato l’incombenza alla signora Befana. Ma questo lo potremo sapere solo il prossimo 6 gennaio. Intanto, chiediamo, prima della fine del 2018, di sapere al meno che fine abbiano fatto i vecchi giochini. Chi li ha fatti sparire? Dove sono stati messi? I bambini, che non dimenticano, dovranno prendere atto che il comune di Catanzaro non ha permesso loro di godere di uno spazio attrezzato al verde nel cuore del centro storico, speriamo che loro stessi siano la memoria dei loro genitori quando, gli adulti, saranno chiamati ancora una volta a scegliere a chi affidare il governo di una città che è amministrata solo per pochi e i bambini (vedi anche questione riscaldamenti ed impianti sportivi) non sono tra questi.