Sì alle regionali in Calabria dei M5S e Parentela ritira le dimissioni

Paolo Parentela deputato M5S

Dalla piattaforma Rousseau arriva il sì alla partecipazione del Movimento 5 Stelle alle regionali in Calabria e in Emilia Romagna. Di Maio ha richiesto il ritiro delle dimissioni di Paolo Parentela che ha accolto l’invito

«Con il 70,6% dei 19.248 votanti, ha vinto la linea della partecipazione del Movimento 5 Stelle alle Regionali della Calabria e dell’Emilia Romagna.

Ciò significa che il quadro delle emergenze che noi parlamentari dei rispettivi territori abbiamo riassunto nelle ultime ore ha concorso a convincere la base ad affrontare la sfida elettorale del prossimo 26 gennaio.

Sfida che sarà molto impegnativa e richiederà la massima collaborazione di tutti. Degli eletti 5 Stelle, degli attivisti, dei simpatizzanti e di quanti, al di là dei colori della politica, credono nel cambiamento della Calabria e lo attendono da tempo».

Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Paolo Parentela. Cui i suoi colleghi parlamentari, i portavoce comunali calabresi e il capo politico pentastellato, Luigi Di Maio, hanno appena chiesto di ritirare le dimissioni dall’incarico di coordinatore della campagna elettorale in Calabria.

Dimissioni date stamani – rammenta il parlamentare – «come gesto di coerenza per non aver condiviso la scelta di estendere la consultazione agli iscritti di ogni regione».

«Ringrazio i colleghi, i consiglieri comunali 5 Stelle e il nostro capo politico – conclude Parentela – per la stima che mi hanno espresso. E ritiro le dimissioni perché credo che sia giusto e doveroso presentarci uniti, compatti e determinati a recuperare il tempo perso.

Ora dobbiamo coinvolgere e convincere i tantissimi calabresi onesti della bontà delle nostre proposte e della capacità, che abbiamo, di ricostruire la Calabria partendo dall’ascolto, dall’umiltà, dall’esempio e dalla concretezza».