Continua la protesta dei precari della Sanità a Reggio Calabria

Ospedale, sanità, medici
Sanità

Lunedì 30 settembre, USB Calabria ha indetto lo stato di agitazione di categoria ed ha confermato la piazza proprio davanti il Consiglio Regionale della Calabria a Reggio Calabria, in quanto lo stesso giorno ci sarà la votazione definitiva alla Legge “Salva precari” in camera di Consiglio

Lunedì 30 settembre, USB Calabria ha indetto lo stato di agitazione di categoria ed ha confermato la piazza proprio davanti il Consiglio Regionale della Calabria a Reggio Calabria, in quanto lo stesso giorno ci sarà la votazione definitiva alla Legge “Salva precari” in camera di Consiglio, ed è per questo che i lavoratori si sono organizzati nuovamente per scendere in piazza e la USB Calabria ci sarà come sempre per rivendicare il loro diritto al lavoro definitivo.

Una lotta che sta andando avanti senza sosta, anche attraverso il dialogo con la segreteria e gli organi competenti del Ministro della Salute Roberto Speranza, evidenziando che la stessa organizzazione sindacale USB ha posto sulla sua scrivania la bozza di emendamento e la bozza di decreto del ministro per la procedura di stabilizzazione definitiva di questi precari, nonché  un piano di assunzione di idonei e lavoratori delle cooperative, il quale illustra nel dettaglio che devono assumere tutti questi lavoratori, senza distinzione alcuna e nessuno di loro deve rimanere a casa.