US. CATANZARO: SONTUOSA VITTORIA A FOGGIA PER 6-2

Foggia Catanzaro

FOGGIA-CATANZARO 2-6 5′ Curcio 6′ Iemmello 23’Biasci 39′ Vandeputte 43’ Iemmello 60’ Biasci 72’ Gatti 81’ Garofalo

FOGGIA (4-3-3): Dalmasso; Garattoni, Sciacca, Girasole, Nicolao (46’ Rizzo); Garofalo, Petermann, Rocca; Merola (46’ Vitali), Turchetta (31 Di Pasquale), Curcio. A disp. Volpe, Martino, Gallo, Rizzo Pinna, Di Paolantonio, Maselli, Di Grazia. All. Zeman.

CATANZARO (3-5-2): Branduani; Scognamillo, De Santis, Gatti; Bayeye (94’ Tentardini), Sounas (73’ Bombagi), Cinelli, Verna, Vandeputte (73’ Rolando); Biasci (87’ Biarkason), Iemmello (73’ Vazquez). A disp. Nocchi, Romagnoli, Fazio, Pipicella, Welbeck, Cianci. All. Vivarini.

Arbitro: Giuseppe Collu della sezione di Cagliari.

Ammonito per il Catanzaro Verna .

Espulso Sciacca del Foggia

Al Pino Zaccheria di Foggia, posticipo della terz’ultima giornata del campionato di serie C girone C.

Dopo l’esclusione del Catania la classifica , prima di questa partita, Catanzaro non più secondo ma quarto, con quattro punti in meno,  e il Foggia non più settimo ma nono, con sei punti in meno.

Il Catanzaro reagisce benissimo maramaldeggiando contro i pugliesi per 6-2, grazie ad un primo tempo sontuoso favorito anche dall’atteggiamento difensivo inesistente dei satanelli.

Vivarini schiera la difesa prevista rabberciata con Scognamillo, De Santis e  Gatti, con il ritorno di Verna al posto di Welbeck e in avanti Iemmello e Biasci.

Il primo tempo è veramente splendido con un Catanzaro che dopo essere andato sotto non solo ha pareggiato subito quanto ha creato tante di quelle palle gol che il 4-1 con cui ha chiuso il tempo non dice la verità sulla mole di gioco delle aquile.

Si inizia con il Catanzaro a pressare altissimo, ma su una punizione a favore parte il contropiede del Foggia con Curcio che riceve solo in area e con un gran diagonale mette in rete.

Neanche il tempo di esultare che l’ex fischiatissimo Iemmello ricevuto la palla in area di rigore fulmina Dalmasso per l’1-1.

Il Foggia sfiora il 2-1 con un tiro di Merola in diagonale che Branduani devia in angolo.

Da quel momento solo Catanzaro con Biasci e Sounass a fallire gol fatti, ma poi il 28 giallorosso riesce a mettere dentro su imbeccata di Sounass stesso.

 Il Foggia rimane in dieci per l’espulsione di Sciacca che ferma Biasci lanciato a rete, Vandeputte prende il palo ma poi riesce a segnare, e non finisce qui perché Iemmello mette ancora in rete.

Il secondo tempo si teme una reazione del Foggia, ma ci pensa ancora Biasci a mandare via i fantasmi di un’improbabile, ma possibile, rimonta rossonera mettendo in rete un cross di Bayeye.

Poi il fattaccio, Iemmello si conquista un rigore, anticipando il portiere Dalmasso., e si appresta a calciarlo, ma dagli spalti piove di tutto e poi due uomini entrano in campo.

A quel punto il bomber giallorosso è costretto a farsi da parte e dopo una dozzina di minuti tira Sounass, il portiere del Foggia para, ma Gatti arriva prima di tutti segnando il 6-1.

Dopo pochissimo Garofalo, riprende una respinta di Branduani e mette la parola fine al risultato 6-2. La partita finisce al minuto 101 con le aquile che falliscono più volte il settimo gol e per il Foggia dopo undici giornate arriva la sconfitta, mentre per il Catanzaro riprende la marcia verso il secondo posto