La vera storia della Befana è bella, ma fa paura!

La BEFANA DI CALABRIAMAGNIFICA.IT

La Befana si festeggia il 6 Gennaio e il nome significa appunto Epifania. Sono in molto a non sapere della sua origine ed effettivamente non si sa precisamente la sua origine, ma come Babbo Natale è’ un personaggio molto noto per i bambini.

Le leggende su questa festività sono tante.
Una di queste narra che un giorno i Re Magi bussarono alla porta di un’anziana signora. Erano diretti a Betlemme dove era nato Gesù Bambino, volevano portargli dei doni, ma non sapevano come arrivarci.
Invitarono l’anziana donna, ad unirsi a loro, ma ella rifiutò’.

Il 6 Gennaio i Re Magi arrivarono a Betlemme e diedero i loro doni (oro, incenso e mirra) a Gesù Bambino.

Intanto la vecchietta che si era pentita di non essersi unita a loro, cercò di trovare Gesu’ Bambino per portargli i suoi doni: ma non lo trovò più’.

Cosi, la leggenda narra che la donna, la notte tra il 5 e 6 Gennaio va in giro per le case a lasciare i doni ai bambini.

Questa vecchietta, viene descritta come una vecchietta, brutta e magra, vestita di nero con un fazzoletto in testa, i piedi magri e le calze e le scarpe rotte e bucate, con un grosso dito che esce fuori dala scarpa.

Secondo la tradizione popolare, la Befana, si muove sopra una scopa con un enorme sacco nero sulle spalle che  contiene doni per i bambini.

I doni sono per i bambini buoni, mentre per chi è stato cattivo ha solo carbone e aglio.

La Befana per lasciare i suoi doni nelle case passa attraverso i camini, ecco perchè è sempre tutta sporca di nero; vicino ai camini trova le calze dei bambini appese, che riempie di doni.

Tempo fa, i doni che faceva la Befana, consistevano in dolci, caramelle e biscotti, mentre oggi le tradizioni sono un pò’ cambiate, si è evoluta questa vecchietta e i suoi doni sono rivolti più al consumismo, infatti si fanno trovare ai bambini tanti giocattoli e altri regali costosi.

La Befana non è stata sempre ben vista da tutti. Infatti anni fa era stata tolta come festa dal calendario. Poi con la protesta di tante persone, si è riusciti a far rivivere questa vecchietta. Ha avuto un altro periodo di buio, con l’arrivo di Babbo Natale. Ma poi, per fortuna la figura della Befana è ritornata ad essere una grande festa per grandi e piccini.

Con la Befana si chiude la lunga serie di festivita’ legate al Natale.

ANTONELLA GRECO

Nella foto di copertina: Luigi Mussari, direttore sobrio al lavoro anche nei giorni di festa