Catanzaro: era il 12 marzo del 793 quando venne fondata la città

ponte di catanzaro

Tra i nati di oggi, ritroviamo Gabriele D’annunzio, Liza Minnelli, il caro Beppe Fiorello e tanti sono gli avvenimenti importanti che si sono verificati oggi. Nel 1922 si tenne per la prima volta la Giornata internazionale delle donne, nel 1979 la televisione cinese trasmette per la prima volta un comunicato pubblicitario, nel 2004 al processo della corte d’appello vengono assolti i 35 imputati della strage di Piazza Fontana, ma tra i tanti avvenimenti uno ci riguarda particolarmente: era il 12 marzo del 793 quando fu fondata la città di Catanzaro, secondo Gariano, ad opera di Cattaro e Zaro, sotto il pontificato di Papa Adriano.

Praticamente Cattàro e Zaro sono i due mitici capi militari Bizantini a cui si fa risalire la fondazione della città capoluogo di regione.

Secondo la leggenda i due condussero gli abitanti dei centri magno-greci di Scolacium, a qui tempi stanziati sulla costa che va dagli attuali quartieri marinari della città fino al comune di Squillace, prima sul colle Zarapotamo (attuale quartiere Santa Maria) e poi successivamente sul colle Trivonà dove sorge l’attuale centro storico cittadino.

Le motivazioni di questo spostamento furono le continue incursioni Saracene che rendevano insicure le coste ioniche.

Al di là dei due leggendari militari bizantini, il fatto storico dello spostamento verso il Trivonà da parte delle popolazioni rivierasche è un fatto storico.

Buon compleanno Catanzaro!

ponte di catanzaro

Nella foto il ponte “Bisantis” simbolo della città di Catanzaro

Fu realizzato nel ’62 dall’ Arch. Morandi ed è il 2° al mondo per ampiezza di luce dell’arco. Per molti anni è stato il ponte più grande d’Europa per l’ampiezza dell’arcata. L’arco, costituito da due semiarchi indipendenti, ha una struttura scatolare larga in chiave 10,50 m e alla base 25 m.
Il manufatto in cemento armato, per le dimensioni e per le caratteristiche, è un vero e proprio monumento di ingegneria e di architettura tanto da essere diventato un simbolo della città di Catanzaro.