Catanzaro: Martina Mussari e Francesca Arcuri, due campionesse di pugilato ricevute dal sindaco Abramo

Due campionesse al Comune di Catanzaro. In occasione della Giornata internazionale delle donne le pugili catanzaresi Martina Mussari e Francesca Arcuri sono state ricevute a Palazzo De Nobili dal sindaco Sergio Abramo, dal vicesindaco Gabriella Celestino e dall’assessore allo sport Giampaolo Mungo.

Accompagnate dal maestro Francesco Cutruzzulà, dalla presidente della Pugilistica Eagles, Rosa Veraldi, e dalle rispettive famiglie, Martina e Francesca hanno fatto il pieno di complimenti per i successi ottenuti nel corso della loro carriera agonistica, fra cui le recentissime vittorie nel torneo nazionale femminile che si è svolto a Pisa nello scorso fine settimana. La Mussari, tesserata con la Pugilistica Eagles, ha trionfato nella categoria 60 kg Elite II, mentre la Arcuri, atleta della Catanzaro Boxing club, ha sbaragliato la concorrenza nella categoria 75 kg. All’incontro ha partecipato anche il consigliere comunale Marco Polimeni.

“Martina e Francesca – ha affermato Abramo – grazie ai loro successi sportivi rappresentano il migliore esempio con cui festeggiare la giornata internazionale delle donne. La grande forza di volontà, l’impegno e i sacrifici hanno consentito alle due atlete di conseguire importanti risultati e sono certo che contribuiranno anche alla loro crescita personale nello studio, così come nel lavoro. Sapere che due pugilesse catanzaresi si fanno valere nei tornei nazionali è un orgoglio per la nostra città, ma è soprattutto uno spot straordinario su quanto le donne, se adeguatamente supportate nello sviluppo delle proprie potenzialità e capacità, sul versante sportivo ma non solo, non siano seconde a nessuno e anzi possano riuscire senza problemi ad affermarsi e a realizzarsi in pieno. Sport di nicchia come la boxe e tutti gli altri sport di “contatto” – ha aggiunto il primo cittadino – assolvono un ruolo essenziale fra i giovani e vanno sostenuti, dalle istituzioni come dai privati, per formare una base di praticanti sempre più ampia”.

Il vicesindaco e l’assessore allo sport di Catanzaro, hanno poi sottolineato l’importante valenza sociale della pratica sportiva fra i ragazzi: “Realtà come la Pugilistica Eagles del maestro Cutruzzulà – hanno aggiunto Celestino e Mungo – sono esempi positivi all’interno di un tessuto cittadino come il nostro se si considerano il seguito che hanno fra i ragazzi e le ragazze, quanto riescano a incidere in materia di formazione e di apprendimento e, nel caso in questione, come attraverso la boxe insegnata, gratuitamente, a giovani extracomunitari, siano in grado di dare concretezza ad un percorso di integrazione fondamentale”.