Estorsioni via mail: nel mirino anche CalabriaMagnifica.it

webcam estorsione a redazione CalabriaMagnifica
webcam estorsione a redazione CalabriaMagnifica

L’anno scorso si parlò tantissimo di alcune email-ricatto che prendevano di mira soprattutto personaggi di spicco della politica, della cultura e dello spettacolo, minacciando di rivelare ai propri contatti un fantomatico video hard mentre si è intenti a visitare siti porno.

Il denaro estorto per il silenzio è vero, ma la minaccia a quanto riporta la Polizia postale potrebbe essere infondata. 

L’allarme non è ancora rientrato e anzi questa forma di ricatto si starebbe allargando a sempre più numerosi utenti.

Nel mirino di “Hacker anonimo” anche la redazione di CalabriaMagnifica.it

Anche noi siamo stati vittime dell’hacker anonimo. In serata, abbiamo ricevuto un’email in cui ci viene detto che siamo stati “scoperti” a visitare siti porno.

Nell’email i criminali dicono di averci ‘beccato’ mentre visitavamo un sito porno. Ma non solo. Dicono anche di aver scaricato tutte le informazioni riservate sul nostro conto e di aver installato un virus sul nostro computer tramite il quale avrebbero avuto accesso alla webcam, riuscendo a filmarci in atti intimi. Se noi di CalabriaMagnifica.it non paghiamo entro 48 ore, un riscatto di 2000 euro in bitcoin (la moneta digitale), i criminali diffonderanno le immagini a tutti i nostri contatti.

Estorsione via mail
Estorsione via mail: nel mirino di Hacker Anonimo anche la redazione di CalabriaMagnifica.it

Perché si tratta di una truffa?

“Nello specifico la mail comunica che l’account sarebbe stato hackerato attraverso l’inoculamento di un virus mentre venivano visitati siti per adulti; da qui la minaccia di divulgare a tutti il tipo di sito visitato e la conseguente richiesta di denaro in criptovaluta. Ma nulla di tutto ciò è reale: la mail ha il solo scopo di gettarci nel panico ed indurci a pagare la somma illecitamente richiesta”, si legge in un comunicato pubblicato sul sito della Polizia di Stato.

Sul suo sito, la Polizia Postale spiega il motivo per cui questo avvertimento è un tentativo di truffa. “È tecnicamente impossibile, infatti, – si legge sul sito – che chiunque, pur se entrato abusivamente nella nostra casella di posta elettronica, abbia potuto – per ciò solo – installare un virus in grado di assumere il controllo del nostro dispositivo, attivando la webcam o rubando i nostri dati”.

Cosa fare se si riceve questa mail?

In caso abbiate ricevuto questo tipo di email sulla vostra casella di posta elettronica, i consigli da seguire indicati dalla Polizia Postale sono i seguenti:

1) Mantenete la calma: il criminale non dispone di alcun filmato che ci ritrae in atteggiamenti intimi né, con tutta probabilità, delle password dei profili social da cui ricavare la lista di nostri amici o parenti;

2) Non pagate alcun riscatto: pagarlo significherebbe ricevere altre minacce e altre richieste di denaro;

3) Cambiate la password della vostra email, sceglietene una particolarmente complessa e fate in modo che sia differente rispetto a quella che utilizzate per accedere ad altri vostri profili sul web (ad esempio Facebook);

4) Abilitate meccanismi di autenticazione “forte”: fate in modo che all’inserimento della password venga associata l’immissione di un codice di sicurezza ricevuto sul vostro telefono cellulare;

5) In generale, non lasciate mai i vostri dispositivi incustoditi e non cliccate su link o allegati di posta elettronica sospetti.

Per chi invece volesse ulteriori chiarimenti, può rivolgersi direttamente alla Polizia Postale cliccando sul sito www.commissariatodips.it.