Guida Michelin: confermate le 5 stelle calabresi

calabria
ristorante, trattoria

La Guida Michelin n.65 del 2020 ha confermato tutte le stelle per i ristoranti calabresi che erano state assegnate l’anno scorso.

Le cinque stelle calabresi della Guida Michelin

A Piacenza, secondo la famosa guida redatta da ispettori gourmet, i ristoranti TOP per mangiare e bere bene, in Calabria, restano: Abbruzzino di Catanzaro, Dattilo di Strongoli, Pietramare Natural Food di Praialonga-Isola Capo Rizzuto, Gambero Rosso di Marina di Gioiosa Jonica e Qafiz di Santa Cristina d’Aspromonte.

Il Logo delle Guida Michelin (Citynow)

La tradizione innovativa in un piatto

Qafiz è al suo secondo anno di presenza sulla Guida Michelin, apprezzato per la sua cucina di terra e di mare e per l’utilizzo di prodotti in gran parte provenienti dal territorio regionale.

La cucina dello chef Nino Rossi è, come lui stesso l’ha definita, tecnica, precisa e certamente moderna.
Il termine Qafir è di derivazione araba, poi adottato dal dialetto calabrese, che indica un’unità di misura.

Il ristorante di trova a Santa Caterina d’Aspromonte (RC)

La Stella Michelin Abbruzzino presente a CentItalia in Canada

Per il Programma di CentItalia a Toronto, sarà presente in Canada lo chef catanzarese Luca Abbruzzino, insieme ad altri due chef calabresi – Pino Barbino e Giovanni de Luca – per una serie di masterclass e degustazione rivolte a un pubblico di amanti del buon gusto calabrese e della cucina autentica.

Il Ristorante Abbruzzino si trova a Catanzaro ed è Stella Michelin dal 2013.

Dattilo, la stella in rosa

La cucina del passato è un importante riferimento per il ristorante Dattilo guidato dalla chef Caterina Ceraudo, di Strongoli (KR). Il rispetto per la materia prima senza rivisitazioni e trasformazioni, l’uso di pochi condimenti, hanno la finalità di far esprimere il prodotto in tutta la sua qualità.

Pietramare – Natural Food – binomio gastronomico perfetto

La cucina di Ciro Sicignano è elegante e nasce dalla contaminazione di due territori: quello della Campania e quello della Calabria, ricca di ottime materie prime. Si esprime soprattutto con piatti a base di pesce, nel contesto esclusivo di Praia Art Resort.

L’eredità della Stella Michelin per il “Gambero Rosso”

Di pochi mesi fa la notizia della morte di Giuseppe Sculli, titolare dello storico ristorante enoteca “Gambero Rosso” di Marina di Gioiosa Ionica (RC). La conferma della stella Guida Michelin è un ulteriore motivo, per i figli Francesco e Riccardo, per continuare la tradizione di famiglia.

Giuseppe Sculli era un imprenditore attento alle potenzialità del territorio. Si narra di quando gli “scampi” venivano buttati dai pescatori e di quando lui iniziò a farseli portare al ristorante. Sculli aveva capito prima degli altri l’importanza del prodotto e dell’innovazione.

La sua vita ha sempre gravitato intorno alla ristorazione e lascia ai figli un’eredità notevole che con amore e gentilezza sapranno sicuramente portare avanti.

.