Ragazzo investito da un treno: è corretto pubblicare immagini di minorenni ai funerali?

Funerali Leandro

Un fiume di persone, commosse e addolorate. Tanti striscioni e tanti ragazzi, molti della sua stessa età. È stato un addio “particolare” quello che Petrizzi ha riservato al suo Leandro, il tredicenne travolto da un treno in corsa a Soverato.

Certo si tratta di un caso che ha scosso l’opinione pubblica, ma quello che  sorprende è che molte testate abbiano utilizzato immagini di minorenni durante i funerali.

Quando si parla di minori, alla tutela della dignità e riservatezza, si aggiunge la necessità di garantire un armonico sviluppo della loro personalità il che impone, pertanto, maggiori limiti e cautele.

La nostra testata, al contrario di altre, non ha avuto dubbi sulla scelta di non pubblicare il video, per rispetto al dolore della famiglia.  Un  ragazzo di 13 anni è morto, in maniera violenta e agghiacciante. Questa è la sola cosa che conta.

Non resta che fare luce su eventuali responsabilità e ricercare le cause che hanno spinto tre ragazzi giovanissimi a trovarsi in quel posto pericoloso.

LUIGI MUSSARI