US CATANZARO: Pari con tanti rimpianti 1-1 a Bisceglie

Catanzaro Calcio
Us Catanzaro 1929

di FRANCESCO CAPICOTTO

BISCEGLIE-CATANZARO 1-1  24’Gatto 59 Fischnaller

BISCEGLIE (4-3-1-2) : Casadei; Mastrippolito, Zigrossi, Piccinni, Tarantino (63’Turi); Abonckelet (74’ Diallo), Rafetraniaina, Wilmots; Ferrante (58’Longo); Montero (58Montero), Gatto. A disposizione: Ndyae, Cavaliere, Ebagua, Cardamone, Spedaliere, Murolo, Estol All. Vanoli

CATANZARO (3-4-3) : Di Gennaro; Celiento, Riggio, Martinelli; Statella (78’Elizalde), Maita (71’ Giannone), De Risio, Casoli (63’Di Livio); Kanoute (78’ Calì), Nicastro, Mangni (46’ Fischnaller). A disposizione: Mittica, Favalli, Signorini, Elizalde, Novello, Adamonis, Figliomeni, Risolo All. Auteri

Arbitro: Francesco Carrione Castellammare di Stabia (Assistenti: Santi-Carpi Melchiorre)

Note: Ammoniti: De Risio, Montero. Piccinni, Turi

Seconda partita del girone di andata e al G. Ventura di Bisceglie la locale compagine allenata da Vanoli affronta il Catanzaro.

Finisce con un pari che lascia l’amaro in bocca ai giallorossi che, trovatosi sotto di un gol su un’autorete di De Risio, dopo aver raggiunto il pari hanno creato una miriade di palle gol, costringendo il portiere dei padroni di casa ad almeno tre miracoli

Le due squadre prima di questo scontro si trovano entrambi in testa avendo vinto la prima partita.

Mister Auteri schiera la stessa formazione di domenica scorsa con l’esclusione di Di Livio al cui posto gioca Mangni schierato a destra dell’attacco giallorosso on spostamento di Kanoutè a sinistra.

Il primo tempo vede un netto predominio delle aquile ,ma molto sterile al di la dell’occasione capitata a Nicastro su cross di Casoli, il cui colpo di testa viene sventato da una prodezza di Casadei.

Per il resto solo azioni sporadiche, gioco spezzettato e tanti falli, su uno dei quali al minuto 24 il Bisceglie trova l’inatteso gol: punizione dalla sinistra di Gatto che De Risio tocca con la palla che si infila in rete sulla sinistra di Di Gennaro vanamente proteso in tuffo.

La reazione delle aquile è affidata soprattutto alle incursioni di Kanoutè che però pur sfondando spesso a sinistra non trova mai nessuno a cui passare la palla o spesso si intestardisce a voler fare tutto da solo.  

Ad inizio ripresa Auteri sostituisce lo spento Mangni con Fischnaller, spostando Kanoutè a destra.

Statella sfiora subito il pari con Casadei che salva.

Auteri vedendo che la squadra non riesce a produrre il gioco voluto cambia Casoli con Di Livio e sposta Statella a sinistra siamo al minuto 59 e un minuto dopo i giallorossi pareggiano con Fischnaller che su incursione di Celiento sfrutta una mischia in area mettendo la palla nella rete sguarnita, siamo al minuto 14.

Da quel momento è tutta un’altra partita con le aquile a creare occasioni su occasioni alla ricerca del vantaggio ci provano Fischnaller (deviazione alta) De Risio (Casadei para in due tempi), Statella da fuori (palla che sfiora il palo), il gol sembra nell’aria e Casadei fa il miracolo su rovesciata di De Risio.

Tutto ciò da minuto 19 al minuto 20.

Auteri toglie Maita (non granchè la sua prova) e dentro Giannone.

Poi entrano Calì ed Elizalde al posto di Kanoutè e Statella e le azioni da gol fioccano ancora con Calì, Nicastro, Di Livio,Celiento e al minuto 94 Casei compie l’ennesimo miracolo della partita su rovesciata sempre di Nicastro.

Casadei aveva cominciato con un miracolo su Nicastro e ha finito la partita con un miracolo sempre sul centravanti giallorosso.

Pareggiare una partita così senza aver subito neanche un tiro in porta e aver creato tantissimo fa veramente male , ma il calcio è questo e bisogna metterla dentro e a questo punto meno male che un contropiede del Bisceglie al minuto 88 è stato sprecato dai nerazzurri perché queste partite così assurde si possono perdere