Giorni della merla ghiacciati: è atteso lo stratwarming

MALTEMPO, PIOGGIA, ALLERTA METEO
allerta, Meteo, meteo

Quest’anno la tradizione legata ai giorni della merla verrà rispettata. La credenza che vuole i giorni a cavallo tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio come i più freddi dell’anno ha un suo fondamento nell’evento metereologico dello stratwarming.

Gli effetti dello stratwarming

Si prevede dopo il 15 gennaio un rinforzo dell’anticiclone sulla Groenlandia ed una espansione del lobo siberiano del vortice polare verso il Nord Europa. (fonte: 3bmeteo)

Cosa significa tutto ciò?

Come spiega il sito Meteo: “in questi giorni è in atto un fenomeno anomalo sopra al polo Nord denominato in termine tecnico stratwarming che potrebbe portare alla frantumazione del Vortice Polare. Queste dinamiche sono in grado di sconvolgere il clima per diverse settimane su vaste aree.”

Da ricordare, per esempio, la storica ondata di fredda del 1985, così come quelle del 1929, del 1956 e del 1963, legate proprio ad un riscaldamento stratosferico di questo genere.”

Fonte meteo.it

“La nostra attenzione poi di concentra in particolare dal 24/25 gennaio quando l’interazione tra il freddo gelido da est e il possibile arrivo di depressioni in discesa dal Nord Europa potrebbe dar vita ad una fase molto instabile.”

La tradizione dei giorni della merla

Molte sono le leggende legate a questa tradizione. Tutte però hanno in comune la protagonista: la merla.

Una storia nasce in tempi remoti quando Gennaio non aveva ancora 31 giorni ma invece 28. Una merla chiese a gennaio di durare un po’ di meno perché faceva troppo freddo, ma gennaio che era un burlone, si rifiutò. L’anno successivo, la merla fece scorte e stette per 28 giorni chiusa al calduccio. Quando uscì prese in giro gennaio dicendogli che l’aveva fregato. Così gennaio andò da febbraio e chiese di cambiare numero di giorni in modo che ne avesse 31 e non più 28. La merla purtroppo dopo il 28 gennaio, uscendo, si riempì di fuliggine dei camini e diventò nera.

Un’altra storiella vede come protagonista una famiglia di merli. A gennaio faceva così freddo che portò la famiglia a non avere più cibo. Il papà merlo sfidò la tormenta in cerca di un posto più caldo. Mamma merla per proteggere i figlioletti li portò vicino a un comignolo. Quando papà merlo tornò erano passati tre giorni e non riconobbe la sua famiglia perché diventati tutti neri. Da allora, i merli nacquero neri.

Anche quest’anno i giorni della merla saranno freddissimi, ma in compenso – come tradizione comanda – avremo una bella primavera. Sarà sufficiente a farci sopportare i disagi legati al maltempo?