Vittorio Sgarbi: cediamo i Bronzi di Riace ai francesi in cambio della Gioconda

Vittorio Sgarbi: bronzi di riace in cambio della Gioconda

Vittorio Sgarbi si è diretto in queste ore in Francia con l’obiettivo di recuperare la Monna Lisa per riportarla in Italia. Lo aveva anticipato e lo ha fatto veramente.

Pochi giorni fa aveva comunicato di aver trovato un compromesso con i francesi sul rimpatrio della Gioconda in cambio di un altro capolavoro italiano.

Fino a qua tutto bene. E’ da lodare questa iniziativa del critico d’arte. Quello che lascia perplesso e che per riportare in Italia l’opera d’arte, Sgarbi si vuole disfare dei Bronzi di Riace

Sul rientro della Gioconda in Italia, Sgarbi ha dichiarato a Radio Cusano Campus: “La riporterò in Italia attraverso una proposta di scambio di opere d’arte”

Secondo lui l’unica possibilità per riportare in Italia un dipinto di questa importanza è proporre uno scambio alla pari. Ci possono essere opere in grado di competere con la Gioconda. E tra le tante che possono essere scambiate ha fatto il nome dei Bronzi di Riace.

Riavere indietro l’opera non è facile, perché a differenza di altre meraviglie saccheggiate soprattutto in periodo napoleonico e che ora fanno bella mostra di sé in quella che è l’ala più grande del Louvre, la Gioconda non ci era stata rubata dai Francesi, ma Leonardo l’aveva portata in Francia di propria volontà per farne dono.

Per quanto riguarda la proposta di “cedere i Bronzi di Riace in cambio della Gioconda” potrebbe anche andare bene, a condizione che il capolavoro di Michelangelo vada a finire nel museo di Reggio Calabria.

Vedremo come andrà a finire e soprattutto se Vittorio Sgarbi riuscirà a riportare la Monna Lisa in Italia.

In foto: Vittorio Sgarbi, ai microfoni di Luigi Mussari (Direttore Responsabile di Calabria Magnifica)